it Thumbs uk
Ultimi 3 Concorsi e avvisi In itinere Esperiti
  • Procedura speciale legata all’emergenza Covid, avviso di manifestazione di interesse per conferimento incarico di collaborazione coordinata e continuativa a varie figure professionali presso la sede di Foggia e la s.d.p. di Putignano
    In evidenza Sono presenti: 35 News
    Prescrizioni operative per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus SARS-COV-2 negli ambienti di lavoro dell'Istituto Zooprofilattico Sperimentale di Puglia e Basilicata - Controllo degli accessi Info

    L’Istituto Zooprofilattico Sperimentale della Puglia e Basilicata per prevenire la diffusione dell’epidemia di Covid-19 nella sede centrale di Foggia e in tutte le sedi periferiche effettua il controllo della temperatura corporea a tutti coloro che dovranno recarsi nei locali dell’Ente, nel rispetto della privacy. Qualora la temperatura rilevata dovesse superare i 37.5° non sarà consentito l’accesso all'interno dei locali; inoltre si invitano tutti gli utenti, personale delle ASL, delle sanità marittime, liberi professionisti, allevatori, proprietari di animali da compagnia, fornitori, rappresentanti, che si recano presso la sede centrale e/o le sedi periferiche di Taranto, Campi Salentina (LE), Torre Santa Susanna (BR),Putignano (BA), Matera Tito (PZ) a telefonare, ove possibile, e annunciare il proprio arrivo al fine di concordare le modalità e le tempistiche. Nella sede di Foggia gli utenti, prima di raggiungere il laboratorio/ufficio desiderato, dovranno farsi annunciare dal servizio di guardiania e rispettare il proprio turno per accedere al luogo desiderato. Si prega di contattarci per qualsiasi problema.


    Lettera del CdA per attività COVID-19 Info
    Alla Direzione Generale ed a tutti gli Organi Competenti.

    Il Consiglio di Amministrazione dell’Istituto Zooprofilattico di Puglia e Basilicata desidera esprimere il plauso e la propria vicinanza, in questo delicato momento storico, alla Direzione ed a tutte le Unità Operative dell’Ente, che, a seguito dell’autorizzazione del Ministero della Salute del 13 Marzo ed in linea con uno spirito di fattiva collaborazione, ha inteso riorganizzare le proprie attività ordinarie per svolgere l’importante ruolo di supporto diagnostico del SARS-CoV-2, negli ambiti della Regione Puglia e Basilicata. In tal senso, si è rivelata fondamentale per l’Ente la dotazione di strutture adeguate(BSL-3) ed attrezzature consone ad affrontare un’emergenza sanitaria di questa portata. Non di meno la comprovata professionalità e capacità analitica nella diagnostica molecolare ha permesso all’Ente di entrare a pieno diritto a far parte della rete Covid-19 ed affiancare i laboratori di riferimento delle regioni Puglia e Basilicata nell’esecuzione analitica dei tamponi per la ricerca del SARS-CoV-2. Un plauso particolare al Direttore Generale Antonio Fasanella e a tutti i collaboratori impegnati in questa emergenza, per l’elevata professionalità, per l’entusiasmo e lo spirito di sacrificio che, siamo certi, permetterà loro di affrontare con serenità anche questa nuova sfida e garantire ancora una volta la salute dei cittadini.

    Venosa, 12 Aprile 2020

    Mario Romano

    Gabriella Elia

    Domenico Otranto


    Lettera del CdA per attività COVID-19
    L'impegno dell'Istituto Zooprofilattico Sperimentale di Puglia e Basilicata nell'emergenza COVID-19 Info

    L’Istituto Zooprofilattico Sperimentale di Puglia e Basilicata proprio perché in possesso di specifici laboratori operanti in regime di massima sicurezza (BSL-3) e in relazione all’evoluzione della situazione epidemiologica del SARS-CoV-2 è stato indicato dalla Direzione Generale della Prevenzione Sanitaria del Ministero della Salute quale laboratorio a supporto delle regioni Puglia e Basilicata per la diagnosi molecolare su campioni clinici respiratori (tamponi). Il protocollo adottato dall’IZSPB è quello validato dall’Istituto Nazionale delle Malattie Infettive “Lazzaro Spallanzani “ di Roma e si basa su una Real Time PCR per SARS-CoV-2 pubblicata dall’ European Centre for Disease Prevention and Control. Successivamente, il Dipartimento Promozione della Salute della Regione Puglia ha indicato l’Istituto Zooprofilattico Sperimentale della Puglia e della Basilicata quale punto di riferimento per i territori di Taranto, Brindisi. A questi per un breve periodo si è aggiunta la provincia di Lecce e il territorio di Altamura. Con la nota 49604/13A2 del 25/03/2020, il Dipartimento Politiche della Persona della Regione Basilicata ha indicato l’IZS di Puglia e Basilicata competente per la provincia di Potenza per le analisi sui tamponi Covid-19. Il lavoro dell’IZS di Puglia e Basilicata è cominciato il 16 Marzo 2020 ed al 01 Aprile sono poco più di 3000 le analisi effettuate. L’equipe Covid-19 dell’IZS di Puglia e Basilicata è composta da 8 biologi, 3 veterinari, 1 farmacista e 4 tecnici di laboratorio che, con grande senso di responsabilità, stanno dando risposte certe e in tempi brevi a tutte le richieste che provengono dal territorio.

    Misure per il contrasto e il contenimento del diffondersi del virus SARS-CoV-2 Info
    Si invitano tutti gli utenti, personale delle ASL, delle sanità marittime, liberi professionisti, allevatori, proprietari di animali da compagnia, fornitori, rappresentanti, che si recano presso la sede centrale e/o le sedi periferiche di Taranto, Campi Salentina (Le), Torre Santa Susanna (Br), Putignano (Ba), Matera Tito (Pz) a telefonare, ove possibile, e annunciare il proprio arrivo al fine di concordare le modalità e le tempistiche. Nella sede di Foggia gli utenti, prima di raggiungere il laboratorio/ufficio desiderato, dovranno farsi annunciare dal servizio di guardiania. Si prega di contattarci per qualsiasi problema.
    Foggia: 25 assunzioni di ricercatori e personale di supporto alla ricerca all’IZS di Puglia e Basilicata. Lunedì 20 gennaio alle 17 le firme dei contratti Info
    Dopo circa due anni di intenso lavoro sui tavoli del Ministero della Salute, si è giunti finalmente all’introduzione della figura del ricercatore e del personale di supporto alla ricerca negli IIZZSS e IIRRCCSS italiani. “E’ un traguardo storico, che finalmente riconosce a questo personale, altamente strategico per il nostro sistema sanitario, uno specifico status giuridico. D’ora in poi si darà continuità lavorativa e diritti certi ai lavoratori precari impegnati da anni nei nostri istituti”, commenta il direttore generale dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale di Puglia e Basilicata, Antonio Fasanella. In attuazione della cd. legge sulla “piramide del ricercatore” (art. 1, commi 422 ss. della legge 205/2017), il contratto disciplina i due differenti profili del ricercatore e del personale addetto alla ricerca. Con l’applicazione del CCNL i ricercatori del Servizio Sanitario Nazionale saranno assunti con un contratto a tempo determinato per la durata di cinque anni, prorogabili per ulteriori cinque. Al termine del secondo quinquennio è previsto l’ingresso nei ruoli del SSN. Il direttore generale dell’IZSPB, dr.Fasanella, esprimendo la propria soddisfazione per questo importante risultato che, per quanto riguarda l’Istituto Zooprofilattico Sperimentale della Puglia e della Basilicata, prevede in prima applicazione la stabilizzazione di 25 figure professionali tra ricercatori e supporto alla ricerca, evidenzia: “Ho partecipato personalmente a numerose riunioni presso il Ministero e sono contento di questo risultato che è in linea con l’obiettivo della Direzione dell’Ente che è quello di aumentare il numero dei dipendenti con contratti di lavoro più stabili e dignitosi e ridurre il precariato”. La firma dei contratti sarà celebrata il 20 gennaio alle ore 17.00, presso la sala “Battelli” della sede centrale di Foggia dell’IZSPB, nel corso di un evento aperto a tutti i dipendenti dell’Istituto e al quale hanno aderito il Governatore della Regione Puglia, Michele Emiliano, e il vicepresidente della Regione Basilicata, Francesco Fanelli che, con la loro testimonianza, intendono sottolineare l’apprezzamento per gli sforzi che hanno prodotto come risultato quello di contrastare la fuga dei cervelli e garantire un futuro a 25 giovani.
    Insediato il nuovo Consiglio di Amministrazione dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale della Puglia e della Basilicata Info

    Con decreto dei  Presidenti della Regione Puglia e della Regione Basilicata n. 782 del 24/12/2019, pubblicato sul supplemento B.U.R. Puglia n. 151 del 27/12/2019, è stato nominato il nuovo Consiglio di Amministrazione dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale della Puglia e della Basilicata nelle persone della Prof.ssa Gabriella Elia, del Dr. Mario Romano e del Prof. Domenico Otranto. Il Consiglio di Amministrazione riunitosi in data 30/12/2019 all’unanimità ha eletto quale Presidente il Dr. Mario Romano.

    La Direzione e i Dipendenti dell’IZS di Puglia e Basilicata augurano al Presidente e ai componenti del Consiglio di Amministrazione un buon lavoro.

    Mesostigmatic mite infestation in City-dwellers: diagnosis and control Info

    Il  Laboratorio di Entomologia Sanitaria dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale della Puglia e della Basilicata studia, da diversi anni, l’epidemiologia delle infestazioni da acari zoonotici Mesostigmata, con particolare riferimento al loro impatto sulla salute dell’uomo.

    Di piccole dimensioni (circa 0.5- 1mm) ma visibili ad occhio nudo,  questi parassiti ematofagi sono generalmente indicati come avian and rodent mites, in relazione ai loro ospiti naturali (diverse specie di uccelli e roditori), sui quali sono soliti permanere per il tempo strettamente necessario ad effettuare il pasto di sangue; terminata la fase di  alimentazione e abbandonato l’ospite,  ritornano a nascondersi in nidi, rifugi e anfratti (fessure, crepe, ecc) in sua prossimità e ivi si riproducono... (Visita l'articolo completo presente nell'area "Ricerca" del sito)

    Acquacoltura Pugliese 4.0: Regione e Istituti di ricerca pugliesi insieme per lo sviluppo del settore acquicolo e la riduzione degli impatti ambientali Info

    Obiettivo generale del progetto è la definizione e la mappatura delle zone più adatte allo sviluppo dell’acquacoltura, al fine di incentivare il miglioramento delle strutture produttive esistenti, accrescendone il potenziale.

    Il progetto è stato redatto congiuntamente da Regione Puglia, in partenariato con le Università di Bari, del Salento e di Foggia, con il Politecnico di Bari, con CNR, ARPA Puglia e Istituto Zooprofilattico Sperimentale della Puglia e della Basilicata-IZS

    L’IZS metterà a disposizione le proprie competenze per valutare il rischio e l’entità dell’interazione tra specie di uccelli, predatori degli animali acquatici allevati, ed impianti di pescicoltura e molluschicoltura, sia per quelli esistenti che per quelli potenzialmente dislocabili in nuove aree idonee allo sviluppo di attività di acquacoltura; ed ancora darà supporto per individuare gli aspetti sanitari (batteriologici e virologici) e ambientali (tossicologici) che possano potenzialmente arrecare danno alla salute degli esemplari allevati e, conseguentemente, avere un impatto negativo sulle produzioni.

    L’obiettivo del IZS è sviluppare stabilmente questo settore attivando strutture dedicate all'ittiopatologia e all'acquacoltura a servizio di tutto il territorio, ma con particolare riguardo alle aree del Golfo di Taranto e del Golfo di Manfredonia, e partecipando alla ricerca sul tema. Partecipa, infatti, ad altri due progetti, finanziati dal PO FEAMP 2014-2020, insieme alla Coldiretti, altri istituti di ricerca ed imprese locali : “BIO.ROS.MA- Biologia ed ecologia del Rossetto, Aphia minuta nel golfo di Manfredonia ed aspetti socio economici.” e “ CTCA-LAMPUGA- Cattura, trasporto e condizionamento alla cattività ed alimentazione artificiale della Lampuga (Coryphaena hippurus) in impianti in-shore e off-shore situati nel golfo di Manfredonia.”

    Per informazioni:

    Elisa Goffredo - elisa.goffredo@izspb.it

    Vedi anche: Comunicato stampa di approfondimento del coordinamento progetto


    XIX Congresso Nazionale SIDiLV Matera Info

    Dal 23 al 25 Ottobre si è tenuto a Matera, nello spettacolare scenario della Capitale Europea della Cultura 2019, il XIX Congresso Nazionale della Società Italiana di Diagnostica di Laboratorio Veterinaria (S.I.Di.L.V.), organizzato in collaborazione con l’Istituto Zooprofilattico Sperimentale della Puglia e della Basilicata. L’evento rappresenta per studiosi e ricercatori degli Istituti Zooprofilattici, delle Università, dell’Istituto Superiore di Sanità e dei laboratori privati, una importante occasione di confronto per condividere le ultime novità tecnico-scientifiche della diagnostica di laboratorio veterinaria, per incontrare “vecchi amici”, per intraprendere nuove relazioni e per fare rete, fondamentale volano della crescita professionale, soprattutto per i giovani. Al fine di assicurare la più ampia condivisione dei lavori, anche la presente edizione del Convegno ha abbandonato la suddivisione in sessioni parallele e si è articolata in quattro sessioni plenarie dedicate alle seguenti tematiche: Ambiente e impatto sulla salute, Produzione primaria, Sicurezza alimentare e processi produttivi, Biosicurezza ed emergenze epidemiche veterinarie. Il Convegno tenutosi a Matera ha fatto registrare la partecipazione di oltre 300 congressisti, numero mai raggiunto nelle precedenti edizioni. Sono stati presentati ben 218 contributi di elevato valore scientifico, ma la presentazione in plenaria e la necessità di ospitare relazioni ad invito e simposi organizzati dagli sponsor, ha comportato una drastica riduzione delle presentazioni orali, che è stata portata a sole 28. La sede congressuale ha accolto in una sala parallela un Corso di Aggiornamento su “Introduzione all’utilizzo dell’NGS in Sanità Pubblica”, rivolto alle figure professionali di Veterinario, Biologo, Chimico e Tecnico Sanitario di Laboratorio Biomedico. Al termine della giornata di apertura del Convegno, prima della visita guidata agli storici rioni della Città di Matera, ci sono stati i saluti di benvenuto della Dott.ssa Antonia Ricci (Presidente S.I.Di.L.V.), del Dott. Antonio Fasanella (Direttore Generale dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale della Puglia e della Basilicata) e del Dott. Marco Ianniello (Ministero della Salute, Direzione Generale della Sanità Animale e dei Farmaci Veterinari). Il Convegno ha ospitato l’Assemblea dei Soci nel corso della quale sono stati premiati i migliori contributi scientifici presentati nella Edizione 2018 e pubblicati nell’anno in corso su autorevoli riviste scientifiche impattate. Si sono inoltre tenute le elezioni del nuovo Consiglio Direttivo S.I.Di.L.V. 2020-2022, che hanno fatto registrare il grande apprezzamento riscosso dal Dott. Antonio Parisi, Medico Veterinario Dirigente di questo Istituto, motore e anima dell’organizzazione, che con ben 125 preferenze su 203, è risultato il consigliere maggiormente suffragato e rappresenta il candidato più accreditato a rivestire la carica di Presidente della Società. I congressisti hanno manifestato notevole apprezzamento oltre che per l’elevato valore scientifico e per l’efficiente organizzazione del Convegno, anche per i piacevoli eventi, quali la visita guidata nella splendida Città dei Sassi e la cena sociale in una tipica masseria tradizionale.
    The Biology of Anthrax International Conference - Bari, 3 - 6 Settembre 2019 Info

    Si è tenuto a Bari, dal 3 al 6 Settembre 2019, il congresso internazionale “The Biology of Anthrax”, organizzato dall'Istituto Zooprofilattico Sperimentale della Puglia e della Basilicata in collaborazione con l’Università di Cardiff e con l’Istituto di Sanità Pubblica Inglese. Tale conferenza, che si tiene ogni due anni alternativamente in Europa e in America, ha lo scopo di riunire i maggiori esperti mondiali in materia di Bacillus anthracis al fine di consentire l’indispensabile confronto di esperienze e conoscenze in una materia così tanto specialistica. La precedente edizione si è svolta in Florida (USA) ed ha visto la partecipazione di circa 100 scienziati. L’attuale edizione, patrocinata per la sua rilevanza dal Ministero della Salute, dalla Regione Puglia, dalla Regione Basilicata, dal Comune di Bari e dal progetto ERFAN finanziato dall'Organizzazione Mondiale della Sanità Animale (OIE), ha coinvolto ben 120 ricercatori provenienti da Europa, America, Asia, Africa e Oceania e si è svolta nell'esclusiva dimora storica di Villa Romanazzi Carducci.

    L'evento ha rappresentato il degno risultato del lavoro istituzionale che da oltre 60 anni ha visto l’Istituto Zooprofilattico della Puglia e della Basilicata impegnato nello studio, ricerca e controllo dell’antrace e nella produzione del vaccino animale contro questa temibile malattia, e che ha portato nel 2001 alla nomina quale Laboratorio di Riferimento per il Ministero della Salute per il test di rilevamento delle spore di antrace sui campioni sospetti nell'ambito dell’emergenza bioterrorismo, e nel 2002 all'istituzione presso l’Istituto del Centro di Referenza Nazionale per l’Antrace (Ce.R.N.A).

    Durante la cerimonia inaugurale del convegno, che si è svolta nella storica cornice del “Salone degli Affreschi” messo gentilmente a disposizione dall'Università degli Studi di Bari, dopo il benvenuto del Dr. Antonio Fasanella, Direttore Generale dell'Istituto Zooprofilattico Sperimentale della Puglia e della Basilicata e responsabile del Centro di Referenza Nazionale per l’Antrace, sono intervenuti il Dr. Romano Marabelli, Consigliere del Direttore Generale dell' OIE, il Dr.Silvio Borrello, Direttore Generale della Sanità Animale e dei Farmaci Veterinari del Ministero della Salute e Capo dei Servizi Veterinari Italiani (Chief Veterinary Officer - CVO), il Dr. Vito Montanaro, direttore del Dipartimento delle Politiche per la Salute della Regione Puglia, in sostituzione del Presidente della Regione Michele Emiliano, la Prof.ssa Luigia Sabbatini, Vice-Rettore dell’Università degli Studi di Bari, e il Prof Martin Hugh-Jones, professore emerito di epidemiologia alla Louisiana State University.

    I partecipanti hanno notevolmente apprezzato l’elevato valore scientifico e l’organizzazione del congresso e hanno manifestato grande compiacimento per l’ospitalità e l’accoglienza in terra di Puglia.


    Piramide della ricerca - Comunicato Info
    Comunicato sul nuovo ruolo del personale della ricerca sanitaria e delle attività di supporto alla ricerca.
    Un sondaggio d'indagine sulla soddisfazione dell'utenza Info
    L’Istituto Zooprofilattico Sperimentale della Puglia e della Basilicata desidera modulare il proprio operato verso i desideri della propria clientela attraverso l’utilizzo di un sondaggio di Soddisfazione dell’utenza (Customer Satisfaction) che permetta da un lato all’utente di manifestare il proprio gradimento rispetto ai servizi proposti e dall’altro all’Ente di porre attenzione costante al suo giudizio, di comprendere i bisogni che l’utente esprime, di misurare la qualità percepita al fine di perfezionare i servizi e/o di ampliarne l’offerta.
    L’opinione dell’utente è quindi un elemento di rilievo che lo vede partecipe nei processi di pianificazione e organizzazione dei servizi. Il suo contributo è fondamentale per raccogliere informazioni utili al miglioramento costante della qualità dei servizi dell’Istituto.
    Per questo motivo è stato pubblicato su questo sito - nella sezione URP - un “Questionario sulla soddisfazione dei clienti/utenti”, attraverso il quale è possibile esprimere la propria valutazione in forma anonima.
    Il QUESTIONARIO è scaricabile nella sezione URP di questo sito oppure è reperibile presso le accettazioni dei nostri Laboratori e potrà essere compilato e consegnato a mano presso le stesse Strutture o inviato per e.mail a rosaanna.violante@izspb.it o spedito all’IZSPB via Manfredonia, 20 - 71121 Foggia.
    Ricetta Elettronica Veterinaria Info
    Con la pubblicazione del decreto attuativo nella Gazzetta Ufficiale n. 89 del 15/04/2019, è OBBLIGATORIA DAL 16 APRILE 2019 LA RICETTA ELETTRONICA VETERINARIA , che sostituisce il formato cartaceo su tutto il territorio nazionale sia per gli animali da compagnia che per quelli da reddito. Pertanto, da tale data, i vaccini stabulogeni e gli autovaccini prodotti dal nostro Istituto potranno essere richiesti SOLO attraverso la ricetta elettronica veterinaria, fornendo alla farmacia dell’ IZSPB il numero di ricetta e il codice PIN rilasciati dal medico veterinario prescrittore.
    Workshop dal titolo “Alimenti irradiati: sviluppo delle attività di controllo ufficiale” Info

    L’Istituto Zooprofilattico della Puglia e della Basilicata, l'Istituto Superiore di Sanità e il Ministero della Salute hanno organizzato un workshop nel settore della sicurezza alimentare dal titolo: “Alimenti irradiati: sviluppo delle attività di controllo ufficiale”.

    L’evento si colloca nell'ambito del progetto “Sviluppo delle attività del controllo ufficiale degli alimenti trattati con radiazioni ionizzanti” finanziato dal Ministero della Salute. Tale progetto si pone l’obiettivo di accrescere il grado di esperienza dei laboratori adibiti al controllo ufficiale e proporre nuove procedure di analisi per le categorie: erbe, spezie ed ingredienti per integratori a base di piante con criticità dal punto di vista analitico. Inoltre, per far fronte alla necessità di armonizzare la raccolta dei dati relativi al Piano Nazionale Alimenti Irradiati, il nostro Istituto si è impegnato a proseguire il lavoro di progettazione, implementazione e test di un sistema informativo centralizzato il cui risultato verrà presentato nell'evento in oggetto.

    L’evento avrà luogo giovedì, 9 maggio 2019 a Roma presso l’Istituto Superiore di Sanità nell'Aula Bovet in Via del Castro Laurenziano, 10.

    Modalità di iscrizione:

    La domanda di partecipazione (disponibile cliccando QUIdeve essere debitamente compilata, stampata, firmata e inviata via fax oppure digitalizzata e inviata per email alla segreteria organizzativa (monica.brocco@iss.it). La partecipazione all'evento è gratuita, le spese di viaggio e soggiorno son a carico del partecipante.

    Brochure Workshop 9 maggio 2019

    Per informazioni si prega di fare riferimento alla segreteria organizzativa oltre che a:

    Dott. A. Eugenio Chiaravalle

    Tel: 0881 786345

    E-mail: eugenio.chiaravalle@izspb.it


    Nuovo tariffario dell'Istituto Info
    Dal 28 gennaio 2019 è entrato ufficialmente in vigore il nuovo Tariffario dell'Istituto Zooprofilattico Sperimentale della Puglia e della Basilicata. 
    Lo stesso è consultabile nella Sezione "Tariffario" di questo sito internet o semplicemente cliccando su QUESTO LINK.
    Antonio Fasanella è il nuovo Presidente dell’Associazione degli Istituti Zooprofilattici Sperimentali Italiani Info

    COMUNICATO STAMPA

    Antonio Fasanella è il nuovo Presidente dell’Associazione degli Istituti Zooprofilattici Sperimentali Italiani


    Antonio Fasanella è il nuovo presidente dell’Associazione degli Istituti Zooprofilattici Sperimentali Italiani. Il direttore generale dell’IZS di Puglia e Basilicata è stato eletto all'unanimità nel corso dell'assemblea dei direttori generali degli IIZZSS italiani svoltasi presso la sede centrale dello zooprofilattico di Lombardia ed Emilia Romagna. Il dott. Fasanella succede al dimissionario Stefano Cinotti, direttore generale dell'IZS di Lombardia ed Emilia Romagna in carica dal 2011. L’Associazione riunisce i 10 istituti italiani ed ha come finalità quella di favorire e promuovere il sistema qualità negli IIZZSS e l’accreditamento delle prove analitiche in tema di sicurezza alimentare e sanità pubblica veterinaria. “In un’ottica di forte globalizzazione e di un incremento esponenziale della richiesta da parte dei mercati esteri dei prodotti del settore agroindustriale italiano, la certificazione da parte degli IIZZSS è garanzia di qualità e di tutela del Made in Italy”, commenta il dr.Fasanella.
    Test nazionale intercomparativo sui metodi di identificazione degli alimenti irradiati - 2° Round Info

    L'Istituto Zooprofilattico Sperimentale della Puglia e della Basilicata in collaborazione con l’Istituto Superiore di Sanità, a supporto delle attività previste dal“Piano Nazionale di Controllo Ufficiale sugli Alimenti e i loro Ingredienti Trattati con Radiazioni Ionizzanti”, propone ai laboratori del controllo ufficiale la partecipazione ad un test intercomparativo sui metodi di identificazione degli alimenti irradiati.

    La partecipazione al test è gratuita, i proponenti, inoltre, si impegnano a fornire supporto tecnico-scientifico e a discutere con tutti i partecipanti i risultati ottenuti al fine dell’eventuale miglioramento delle prestazioni dei laboratori. La scadenza per l’invio della scheda di registrazione è il 15 gennaio 2019.

    Per informazioni rivolgersi a:

    Dott.Antonio Eugenio Chiaravalle
    Centro di Referenza Nazionale per la Ricerca della Radioattività nel Settore Zootecnico Veterinario
    Istituto Zooprofilattico Sperimentale della Puglia e della Basilicata
    Foggia

    Tel: 0881-786345
    Mail: eugenio.chiaravalle@izspb.it


    Laboratorio TSE Info
    “Si comunica che da gennaio 2019 il Sistema Laboratoriale Puglia e Basilicata (SILAB_PB), già operativo per i laboratori di Sierologia, Genetica, Microbiologia degli Alimenti e Chimica, sarà attivato anche per il Laboratorio Test Rapidi TSE e pertanto, anche per tale Laboratorio, la comunicazione dei risultati delle prove avverrà esclusivamente tramite web mediante l'applicativo STUD_PB,  previa registrazione e password  personale, dalla home page del sito istituzionale dell'Ente “http://www.izspb.it”.
    Secondo meeting del progetto ERFAN: l’Istituto Zooprofillattico Sperimentale della Puglia e della Basilicata indicato come coordinatore del Working Group “One Health” Info
    Dal 14 al 16 novembre 2018, presso la Facoltà di Scienze Veterinarie dell’Università di Pretoria (Sudafrica), si è svolto il secondo workshop del progetto finanziato dall’OIE (Organizzazione della Sanità Mondiale Animale) dal titolo “ERFAN” (Enhancing Research and Development in Africa through OIE Reference Laboratories and Collaborating Centres, and Poles of Excellence, as result of OIE Twinning Projects). Al workshop, intitolato "Networking and Building Relationships per sviluppare e rafforzare la capacità scientifica e di ricerca nella Regione SADC", hanno partecipato il Dr. Romano Marabelli, Consigliere del Direttore Generale dell’OIE, il Dr. Silvio Borrello, Direttore Generale della Direzione Generale della Sanità Animale e dei Farmaci Veterinari del Ministero della Salute, il Dott. Pietro Giovanni Donnici, Ambasciatore italiano in Sud Africa, la Dr.ssa Britton Andrea, responsabile dell’Ufficio Sub-regionale dell'OIE, i rappresentanti dei Laboratori Veterinari Nazionali e della Facoltà di Scienze Veterinarie di 8 paesi della regione SADC e i Direttori Generali dei 5 Istituti Zooprofilattici Sperimentali Italiani coinvolti nel progetto (IZS Puglia e Basilicata, IZS Piemonte, Liguria e Valle d’Aosta, IZS Mezzogiorno, IZS Abruzzo e Molise e IZS Sicilia). Il workshop è stato organizzato per presentare a tutti partecipanti i termini del progetto e il supporto finanziario che l'OIE fornirà a ERFAN. L’IZS della Puglia e della Basilicata è stato rappresentato dal Direttore Generale, Dr. Antonio Fasanella, che ha sottolineato l’intensa attività di formazione e di collaborazione scientifica sviluppata in questi anni, attraverso i propri Centri di referenza.. Sono stati creati dei working group, il più numeroso è “One Health” e vedrà la partecipazione di molti Paesi del SADC, l’IZSPB, l’IZSAM e l’IZSME su attività scientifiche riguardanti antrace, tubercolosi e brucellosi. All’IZS di Puglia e Basilicata è stato riconosciuto il ruolo di leader e coordinatore del Working Group One Helath. Obiettivo di tutto il programma ERFAN è quello di rafforzare la presenza scientifica italiana nella regione SADC e favorire tutte le attività che tendono a migliorare gli standard sanitari attraverso una efficace azione di prevenzione delle malattie infettive.
    Pubblicate "Linee Guida Prestazioni a Pagamento richieste ai Laboratori IZSPB" Info
    Nella sezione "Tariffario IZSPB" è disponibile un nuovo documento.
    L’Istituto Zooprofilattico Sperimentale della Puglia e della Basilicata protagonista nella organizzazione dell’Open Session EuFMD-FAO Info

    Nella splendida cornice di Borgo Egnazia (Fasano) dove è possibile ammirare gli elementi paesaggistici tipici della Puglia si è svolta dal 29 al 31 Ottobre 2018 l’Open Session “EuFMD - FAO”. Un evento di rilievo internazionale dedicato all'afta epizootica (“foot and mouth disease”) che ha raccolto più di 260 illustri esperti del settore provenienti da oltre 60 Paesi esteri.

    L’ edizione 2018 è stata dedicata alla sicurezza dei vaccini contro questa grave malattia che colpisce animali domestici e selvatici dell’ordine degli Artyodactila ( ungulati ad “ad unghia fessa”) come i bovini, gli ovini ed i suini. L’interesse scientifico verso questa malattia riguarda sia i paesi che sono diventati indenni sia quelli dove la malattia è endemica. La malattia, diffusa in tutto il mondo,a causa della frequenza con la quale emergono nuove varianti del virus responsabile, della elevata infettività e velocità di diffusione, dei danni causati alla zootecnia ed il limitato e incerto accesso a vaccini idonei merita sempre molta attenzione e nessun Paese può definirsi al sicuro. In Italia è ancora vivo il ricordo dell’ultima epidemia di Afta che nel 1993 interessò inizialmente la Basilicata e la Calabria, per poi estendersi rapidamente anche in Puglia e in altre Regioni. La causa fu addebitata alla irregolare importazione di bovini dalla Croazia e fu grazie al pronto intervento dei veterinari degli IIZZSS, delle ASL e del Centro di Referenza Nazionale dell’afta epizootica di Brescia che fu possibile bloccare in tempi brevi la diffusione del virus e limitare i danni ad un territorio ristretto.

    La Commissione Europea per il controllo dell’ Afta Epizootica (EuFMD) fu creata nel 1954 all'interno della FAO. Collabora con la DG-SANTE (EU), l’OIE, e con i laboratori di referenza per l’afta di tutto il mondo. Un aspetto ritenuto fondamentale nel piano di lavoro della EuFMD e’ il programma di formazione che promuove a tutti i livelli possibili coinvolgendo un grande numero di veterinari al fine di ottimizzare i programmi di prevenzione e controllo.

    Ogni due anni, la EuFMD organizza l’Open Session, una conferenza internazionale tecnico scientifica. Quest’anno, per celebrare i 10 anni da quella di Erice in Sicilia, è stata scelta di nuovo l’Italia, su suggerimento del Dott. Silvio Borrello, Direttore Generale della Direzione Generale della Sanità Animale e dei Farmaci del Ministero della Salute, e si è deciso di svolgerla in Puglia affidando all’IZS di Puglia e Basilicata il supporto tecnico-scientifico all'organizzazione grazie a una riconosciuta capacità ed esperienza in contesti anche internazionali, come quando ha gestito la crisi sull'Antrace.

    Nel corso del cocktail di benvenuto, alla presenza di oltre 260 delegati, sono interventi Jean-Luc Angot, Presidente dell'Eu-Fmd; Silvio Borrello capo dei Servizi Veterinari italiani (Chief Veterinary Officer-CVO);Agostino Sevi, Presidente del Consiglio di Amministrazione dell'IZSPB; Antonio Fasanella, Direttore Generale dell'IZSPB; Giancarlo Ruscitti, Direttore Dipartimento promozione della salute, del benessere sociale e dello sport per tutti, in sostituzione di Michele Emiliano, Presidente della Regione Puglia.
    Alto è stato il compiacimento di tutti i partecipanti per l’accoglienza e l’ospitalità che la Puglia ha saputo riservare.  

    Afta Epizootica Open Session 2018 Puglia:

    Ministero della Salute

    Regione Puglia 

    Dichiarazioni dott. Ruscitti e dott. Borrello

    Comunicato Stampa Info

    Foggia – Presentati all'Istituto Zooprofilattico Sperimentale della Puglia e Basilicata gli ultimi prestigiosi risultati: l’attivazione di tre dottorati di ricerca, la certificazione secondo le normative europee dell’officina farmaceutica e l’evento internazionale Open Session dell’EU-FMD-FAO


    Tre dottorati di ricerca attivati dall'Istituto Zooprofilattico Sperimentale di Puglia e Basilicata grazie all'accordo stipulato con le Università di Foggia, Bari e della Basilicata; la certificazione secondo le normative europee dell’officina farmaceutica che tornerà a produrre e distribuire il vaccino contro l’antrace animale e l’evento internazionale Open Session dell’EU-FMD-FAO che si celebrerà a Borgo Egnazia (Fasano) dal 29 al 31 ottobre.

    Questi i temi presentati in conferenza stampa nella “Sala Battelli” della sede centrale di Foggia dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale della Puglia e della Basilicata. All'incontro con gli organi di informazione hanno preso parte il Direttore Generale dell'Istituto, Dr. Antonio Fasanella; il Presidente del CdA dello Zooprofilattico, Prof. Agostino Sevi; il Prof. Nicola Decaro, delegato per l’Università di Bari e il Prof. Giancarlo Colelli, delegato per l’Università di Foggia. 

    Il primo dottorato di ricerca sarà condiviso con il Dipartimento di Medicina Veterinaria dell’Università di Bari e la sede operativa sarà la sezione dell'IZSPB di Putignano (Ba). L’attività di ricerca sarà imperniata sullo studio delle principali malattie infettive batteriche degli animali con particolare riferimento all'antibiotico resistenza che, per l’Organizzazione Mondiale della Sanità, rappresenta una delle principali emergenze sanitarie dei prossimi anni.

    Il secondo dottorato di ricerca sarà condiviso con il Dipartimento di Agraria dell’Università degli Studi di Foggia e la sede operativa sarà la struttura di Microbiologia degli alimenti della sede di Foggia dell’IZSPB. L’attività di ricerca dovrà essere imperniata sullo studio degli alimenti che rappresentano il principale fattore di rischio della Sindrome Emolitico Uremica (SEU). Questa patologia, che affligge la Puglia da oltre 6 anni e che colpisce principalmente i bambini, rientra tra le più temute emergenze del servizio sanitario pugliese.

    Il terzo dottorato di ricerca sarà condiviso con la Facoltà di Agraria dell’Università della Basilicata e la sede operativa sarà la sezione dell'IZSPB di Potenza. L’attività di ricerca dovrà essere imperniata sullo studio della qualità delle produzioni di origine animale con particolare riferimento al rischio connesso alle procedure di lavorazione dei prodotti in aree geografiche della Basilicata che ospitano impianti produttivi ad alto impatto ambientale.

    Di grande rilievo è l'autorizzazione, ottenuta dal Ministero della Salute, alla istituzione dell'officina di produzione di medicinali immunologici ad uso veterinario presso l’Istituto Zooprofilattico di Foggia. Il polo di eccellenza del capoluogo Dauno ha ricevuto il Decreto ministeriale che certifica l’officina farmaceutica come conforme alle nuove normative europee ed è il primo IZS italiano a raggiungere questo obiettivo.

    Infine, dal 29 al 31 ottobre a Borgo Egnazia (Fasano), appuntamento con l’Open Session “Eu-FMD-FAO”, un evento di rilievo internazionale dedicato all'afta epizootica che chiamerà a raccolta illustri esperti del settore da oltre 60 Paesi esteri. L’Istituto Zooprofilattico Sperimentale di Puglia e Basilicata, considerato l’elevato livello scientifico della manifestazione e grazie ad una riconosciuta capacità ed esperienza in contesti anche internazionali, supporterà dal punto di vista organizzativo la Commissione Europea per il controllo del “Foot and Mouth Disease” (afta epizootica) per garantire al meglio la riuscita dell'Open Session.

    L’Istituto Zooprofilattico Sperimentale della Puglia e della Basilicata nella delegazione italiana al Meeting degli Stati Membri in tema di Convenzione sulla Proibizione delle armi batteriologiche (BWTC) svoltosi al palazzo delle Nazioni Unite di Ginevra Info

    Dal 7 al 16 Agosto si è tenuto a Ginevra, presso il Palazzo delle Nazioni Unite (ONU), il Meeting degli Stati Membri in tema di Convenzione sulla Proibizione dello sviluppo, produzione e  stoccaggio di armi batteriologiche e tossiniche e sulla loro distruzione. Al Meeting hanno preso parte 98 Stati Membri aderenti alla Convenzione oltre che organizzazioni internazionali quali FAO, OIE, WHO, IPPC e OPCW, organizzazioni non governative ed enti di ricerca.

    Il Dr. Domenico Galante, esponente del Centro di Referenza Nazionale per l'Antrace (Ce.R.N.A.) ha preso parte alle riunioni del gruppo di esperti MX2 "Analisi sugli sviluppi in campo scientifico e tecnologico in relazione alla Convenzione" in qualità di membro della delegazione italiana, autorizzato dal Ministero della Salute e  incaricato dall' UFFICIO V – Disarmo e controllo degli armamenti, non proliferazione nucleare, batteriologica e chimica, Ufficio dell'Autorità Nazionale per la proibizione delle armi chimiche - del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale.

    Durante le due giornate in cui ha partecipato ai lavori sono stati trattati temi come l'identificazione di potenziali benefit e/o rischi circa le nuove tecnologie scientifiche rilevanti per la Convenzione, con particolare attenzione alle implicazioni positive. In particolare, nel corso dei vari interventi esposti dai vari Stati Membri, sono stati illustrati i progressi scientifici in merito a nuove tecnologie di editing genetico come i CRISPR\Cas9, i "gene drives", le novità in materia di sequenziamento genico, biologia sintetica ed ingegneria genetica e quali possono essere gli eventuali sviluppi positivi o negativi nel loro utilizzo. Se da un lato è vero che il progresso scientifico determina numerosi vantaggi per la diagnosi, la prevenzione e la lotta alle malattie infettive, dall'altro può  rappresentare anche un notevole rischio dal momento che potrebbe essere utilizzato per la messa a punto di armi biologiche. A tale proposito la discussione si è incentrata anche sull' uso improprio o sull'abuso ("misuse" e "dual use") di queste nuove tecnologie e sulla necessità di stilare e adottare dei codici di condotta, dei programmi di formazione etica e di aumentare la consapevolezza di queste implicazioni tra gli scienziati che operano nei laboratori pubblici e privati degli Stati Membri. Alcuni Stati hanno illustrato delle proposte relativamente a codici di condotta volontari già presenti ed adottati nei loro Paesi o in alcuni dei loro enti o istituti. Infine, una altro importante tema di discussione è stato quello della valutazione e della gestione del rischio biologico (biosafety e biosecurity) nei laboratori in cui si maneggiano agenti altamente patogeni e tossine.

    Foggia – Celebrati i 90 anni dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale di Puglia e Basilicata Info
    Foggia – Presentati gli eventi per i 90 anni dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale di Puglia e Basilicata Info
    L’Istituto Zooprofilattico Sperimentale di Puglia e Basilicata sbarca sui Social. Attivati i profili ufficiali Facebook, Twitter e Instagram Info

    L’Istituto Zooprofilattico Sperimentale di Puglia e Basilicata, nell’ambito della implementazione dei propri canali ufficiali di comunicazione, rende noto che sono stati attivati i profili Social su Facebook, Twitter e Instagram. Di seguito i link utili per potervi accedere


    www.facebook.com/izsfg

    www.twitter.com/izpsfg

    www.instagram.com/izspugliabasilicata

    Elezioni RSU Istituto Zooprofilattico Sperimentale della Puglia e della Basilicata 2018. Info
    Spoglio schede del 20 aprile 2018 - Comunicazione risultati.
    Comunicazione_RSU_2018.pdf
    19/12/2017 - Resoconto della visita del presidente Michele Emiliano presso l'Istituto Zooprofilattico Sperimentale della Puglia e Basilicata di Foggia Info

    symbicort generico

    symbicort generic price

    where to buy abortion pill in usa

    buy abortion pill online usa meteo.marche.it abortion pill online usa

    abortion advice

    alternatives to abortion mha.dk

    antidepressants citalopram and alcohol

    mixing antidepressants and alcohol archive.2y.net

    Comunicato
    IZS di Puglia e Basilicata: avviate le indagini entomologiche a supporto del sospetto di malaria in provincia di Taranto. Info

    acheter nifedipine 20

    nifedipine equivalent read nifedipine er

    zoloft

    zoloft go

    cheap abortion clinics in georgia

    cheap abortion pill kit online

    nifedipin forum

    nifedipin 10mg hvorlangtidat.site

    Comunicato
    Controllo Analitico Trichinellosi tra Regione Basilicata e Istituto Zooprofilattico Sperimentale della Puglia e della Basilicata Info

    symbicort generic inhaler price

    symbicort generic alternative piemontelab.com symbicort generic alternative

    acheter nifedipine 10mg

    acheter nifedipine

    elavil

    elavil aethelruna.co.uk

    how long does the first abortion pill take to work

    how long does it take for the abortion pill to work

    loette precio

    loette precio 2018
    Controllo Analitico Trichinellosi
    Applicazione dello Split Payment - Avviso per tutti i fornitori Info

    lexapro and weed trip

    lexapro weed and alcohol click lexapro and weed trip

    columbia md abortion clinics

    columbia md abortion clinics opendoorvaldosta.org

    lexapro and pregnancy

    lexapro pregnancy first trimester blog.idilbaby.com
    Si comunica a tutti i fornitori che il decreto legge 50/2017 ha incluso, a decorrere dal 01/07/2017, anche gli Istituti Zooprofilattici Sperimentali fra i soggettti tenuti al versamento dell'IVA sulle fatture di acquisto.
    Conseguentemente, a partire da tale data, le fatture emesse per cessioni di beni e prestazioni di servizi effettuate nei confronti dell'Istituto non dovranno recare alcun addebito di imposta, ma indicare il titolo della scissione di pagamento di cui all'articolo 17 ter del D.P.R. 633/72.
    IZS della Puglia e della Basilicata. Nuove attività in tema di sicurezza alimentare Info

    where can i buy naltrexone

    buy naltrexone online meteo.marche.it buy naltrexone

    where to buy abortion pill in usa

    order abortion pill online usa msbicoe.com usa buy abortion pill

    lexapro weed and alcohol

    lexapro and weed

    citalopram

    citalopram website

    melatonin and weed combination

    melatonin weed withdrawal archiviopeschiera.it

    loette precio chile

    loette precio espana patemery.azurewebsites.net
    Comunicato Stampa 06-04-17
    IZS Puglia e Basilicata - E' tempo di bilanci... Info

    lexapro side effects after stopping

    lexapro side effects heart coachtonym.com lexapro side effects stomach

    lexapro and weed trip

    lexapro and weed anxiety loefflerlawfirm.com lexapro and weed

    amlodipin bivirkninger

    amlodipin bivirkninger sporturfintl.com

    ldn low dose naltrexone

    low dose naltrexone uses go
    Comunicato stampa del 19/12/2016
    Epidemia Epatite A Info

    how to get antidepressants

    how to get antidepressants blogs.recneps.net antidepressants side effects

    zovirax

    zovirax esasolutions.sk

    naltrexone and naloxone

    naloxone and naltrexone jstawski.com

    naltrexone reviews australia

    naltrexone reviews for weight loss
    L'Epatite A è una malattia causata da un virus
    Locandina
    Scegli la destinazione del tuo Cinque per Mille Info

    abortion pill side effects Ph

    abortion pill over the counter ph

    buy albuterol for nebulizer online

    buy albuterol inhaler

    effexor

    effexor

    order abortion pill online usa

    abortion pill online usa

    cialis generic name

    generic cialis redirect

    Destina il tuo Cinque per Mille all'Istituto Zooprofilattico Sperimentale della Puglia e della Basilicata indicando il codice fiscale 00168430718.

    Istituto Zooprofilattico Sperimentale della Puglia e della Basilicata - C.F e P.IVA 00168430718 Compatibile con Internet Explorer 9 o superioreInternet Explorer
    via Manfredonia, n. 20 - Foggia (FG) - CAP: 71121
    PEC: protocollo@pec.izspb.it

    Informativa Privacy

    Regione Puglia  Regione Basilicata